Tematica Animali preistorici


Megaraptor namunhuaiquii Novas, 1998

Ill.: Jordan Mallon
(Da: it.wikipedia.org)

Phylum: Chordata Haeckel, 1874

Subphylum: Vertebrata Cuvier, 1812

Classe: Reptilia Laurenti, 1768

Ordine: Saurischia Seeley, 1887

Famiglia: Neovenatoridae Benson, Carrano & Brusatte, 2010

Genere: Megaraptor Novas, 1998

 


Descrizione: I primi resti frammentari di questo dinosauro, lungo forse 9-11 metri, vennero scoperti nel 1997 e descritti da Fernando E. Novas un anno dopo, e includevano un enorme artiglio falciforme lungo circa trenta centimetri, simile a quello dei dromeosauridi ma molto più grande. Proprio per questo motivo il megaraptor venne subito considerato il più grande fra questi dinosauri, qualcosa di simile a un gigantesco Velociraptor, dotato di una "falce" sulle zampe posteriori. Scoperte più recenti, però, hanno portato a una riconsiderazione di questa interpretazione. Una zampa anteriore completa, infatti, dimostra che l'artiglio era posizionato sulla "mano", e non sul "piede". La zampa, inoltre, assomiglia molto a quelle dei carnosauri già noti, anche se differisce in modo singolare da quelle degli allosauridi e dei carcarodontosauridi; Megaraptor, dunque, potrebbe effettivamente appartenere a una nuova famiglia di grandi teropodi con insolite specializzazioni negli arti anteriori. Sono conosciuti due esemplari frammentari di Megaraptor provenienti da Portezuleo, un altro (classificato per ora come Megaraptor sp.) proviene da bayo Barreal (ed è come i precedenti frammentario), inoltre nel medesimo giacimento di Portezuelo sono stati rinvenuti frammenti di ossa attribuibili a Megaraptor. È interessante notare che anche lo spinosauride Baryonyx, prima della descrizione ufficiale, era stato pubblicizzato come un dromeosauride, a causa dello smisurato artiglio che risultò poi appartenere alle "mani". Nel 2009 Megaraptor è stato inserito nella nuova famiglia dei Neovenatoridi (Neovenatoridae), ma la classificazione è tuttora incerta. In particolare tanto il Megaraptor, quanto il simile Austroraptor del cretaceo del Queensland, potrebbero essere dei coelurosauridi di grossa taglia imparentati più o meno strattamente con i tyrannosauroidi longirostrini, e far quindi parte di Tyrannosauroidea, magari imparentati anche con Eotyrannus un tyrannosauoide che, tra l'altro, aveva dalle zampe anteriori particolarmente lunghe, (Porfiti et al. 2014). In attesa di reperti più completi ed ulteriori analisi cladistiche, l'ipotesi che si tratti di coelurosauridi imparentati con tyrannosauroidea è quella che sta, comunque, aumentando più rapidamente i propri consensi, in particolare grazie agli studi di J. D. Porfiri e F. E. Novas. Comunque non si può escludere una parentela più remota, anche per ragioni biogeografiche (parrebbero tutti di origine gondwanica), e quindi magari interni ad un clade separato di Coelurosauria, che ha sviluppato convergenze con Tyrannosauroidea, oppure appartenente ad un'altra famiglia di Tyrannosauroidea come i piuttosto basali Proceratosauridae, clade a sua volta istituito solo recentemente (2010, O. Rahut et al.) e poco conosciuto.

Diffusione: Parte inferiore del Cretaceo superiore in Sudamerica.


Data: 14/04/2006

Emissione: Gyeongnam Goseong Dinosaur World Expo 2006

Stato: Korea (South)

Data: 01/12/2016

Emissione: Dinosauri

Stato: Solomon Islands

Nota: Emesso in foglio di 36 v. diversi