Tematica Animali preistorici


Abelisaurus comahuensis Bonaparte & Novas, 1985

Ill.: Nrg8000
(Da: it.wikipedia.org)

Phylum: Chordata Haeckel, 1874

Subphylum: Vertebrata Cuvier, 1812

Classe: Reptilia Laurenti, 1768

Ordine: Saurischia Seeley, 1887

Famiglia: Abelisauridae Bonaparte & Novas, 1985

Genere: Abelisaurus Bonaparte & Novas, 1985

 


Descrizione: Il nome del genere, Abelisaurus, cioè "lucertola di Abel", è stato dato in onore di Roberto Abel, scopritore dei fossili ed ex-direttore del Museo Provincial de Cipolletti Carlos Ameghino, situato nella città argentina di Cipolletti, dove i resti sono conservati. Il nome dell'unica specie finora assegnata a questo genere, Abelisaurus comahuensis, deriva dalla regione argentina di Comahue, dove i resti sono stati trovati. Sia il genere che la specie sono stati descritti nel 1985 dai paleontologi argentini Josè Bonaparte e Fernando Novas, che li assegnarono ad una nuova famiglia appositamente creata, la Abelisauridae. Scoperto nel 1983 in una cava di sabbia presso Cipolletti, nella Patagonia, Argentina, questo grande carnivoro è conosciuto solo per un cranio quasi completo lungo quasi 85 cm. La parte destra è incompleta e manca anche il palato. Non ci sono evidenze di creste o corna, come quelle trovate in altri abelisauridi come il Carnotaurus, ma presenta le larghe aperture parietali nel cranio comuni a molti altri dinosauri, probabilmente con la funzione di ridurre il peso del cranio. Nonostante della specie tipo, Abelisaurus comahuensis, si conosca solo il cranio, il confronto con altri dinosauri simili fa ritenere che fosse lungo attorno ai nove metri e alto quattro. Una recente ricerca ha stabilito una lunghezza di 8 m come più probabile. Queste dimensioni porterebbero a collocarlo nel ruolo di superpredatore nell'ecosistema sudamericano dell'epoca. Le sue probabili prede erano i Sauropodi Titanosauridi e gli Adrosauridi. L cranio, lungo quasi 85 cm, è piuttosto particolare e ha un aspetto stranamente "a naso aquilino", on una strana carena nodosa che corre per quasi tutta la lunghezza del muso. Le fauci erano munite di lunghi denti seghettati e compressi lateralmente. Inizialmente la classificazione di A. comahuensis era dibattuta. In tempi più recenti è stato classificato come un membro basale degli abelisauridi, al di fuori della famiglia dei Carnotaurini. Alcuni ricercatori ipotizzano che questo dinosauro possa essere un parente dei giganteschi carcarodontosauridi, che fino a qualche milione di anni prima dominavano l'ecosistema sudamericano. L'aspetto dei crani, in effetti, è molto simile, ma analogie sono state riscontrate anche con i tirannosauridi (le orbite "a buco di serratura", ad esempio) e probabilmente si tratta solo di fenomeni di convergenza evolutiva. Infatti gli Abelisauridi sono oggi collegati con i ceratosauridi del giurassico, e quindi rappresentano una linea evolutiva "alternativa" agli altri teropodi.

Diffusione: Vissuto nello stadio Campaniano del Cretaceo superiore in Sudamerica.

Bibliografia: –Bonaparte, J.F. & Novas, F.E. (1985). "Abelisaurus comahuensis", n.g., n.sp., Carnosauria del Crétacico Tardío de Patagonia. Ameghiniana. 21: 259-265.
–Lamanna, M.C., Martinez, R.D., & Smith, J.B. 2002. A definitive abelisaurid theropod dinosaur from the early Late Cretaceous of Patagonia. Journal of Vertebrate Paleontology. 22(1): 58-69.
–Leanza, H.A., Apesteguia, S., Novas, F.E., & de la Fuente, M.S. (2004). Cretaceous terrestrial beds from the Neuquén Basin (Argentina) and their tetrapod assemblages. Cretaceous Research 25(1): 61-87.
–Tykoski, R.S. & Rowe, T. 2004. Ceratosauria. In: Weishampel, D.B., Dodson, P., & Osmolska, H. (Eds.) The Dinosauria (2nd edition). Berkeley: University of California Press. Pp. 47-70.


Data: 10/12/2007

Emissione: Dinosauri

Stato: Mozambique

Data: 25/05/2008

Emissione: Paleontologi e animali preistorici

Stato: Guinea


Data: 01/09/2016

Emissione: Dinosauri

Stato: Solomon Islands

Nota: Emesso in un foglietto di 4 v. diversi