Tematica Religione islamica

Ghadir Khumm

Nome: Ghadir Khumm

Notizie: Il Ghadir Khumm era un invaso d'acqua, o stagno (ghadir), sito nella località di Khumm (tra i centri urbani di Mecca e Medina) presso il quale, secondo una tradizione islamica sciita, il profeta Maometto si sarebbe fermato coi suoi seguaci il 16 marzo 632, sulla strada di ritorno a Medina, dopo aver compiuto a Mecca il cosiddetto "Pellegrinaggio d'addio". Qui egli avrebbe preso per mano suo cugino e genero ‘Ali e avrebbe esortato i presenti a riconoscerlo come mawla (tutore) in sua vece, affermando: «Di colui di cui io sono mawla, anche ‘Ali sarà mawla». La frase costituirebbe, secondo gli sciiti, una sorta d'investitura e una precisa indicazione che a guidare la comunità islamica (Umma ) dovesse essere appunto ‘Ali, dopo la morte del Profeta. Le fonti storiche più antiche (Ibn Ishaq/Ibn Hisham, Tabari e altri cronisti e annalisti) ignorano per lo più tale tradizione, svuotando di significato il suo portato istituzionale ma ad avvalorarle resta la menzione fatta dell'episodio da parte di Ibn Hanbal nel suo Musnad.

 



Stato: Iran

Anno: 2009

Dentelli: 13½ x 13½