Tematica Religione cristiana

Santa Rosa da Viterbo

Da: it.wikipedia.org.

Nome: Santa Rosa da Viterbo

Notizie: (Viterbo, 1233 - Viterbo, 6 marzo 1252) Rosa da Viterbo fu una religiosa italiana; è venerata come santa dalla Chiesa cattolica. Vergine, nacque a Viterbo nel 1233 da Giovanni e Caterina, Rosa desiderava entrare nelle Clarisse, che la respinsero a causa della sua salute precaria. Dopo una guarigione miracolosa entrò nel terz'ordine francescano. Predicò accanitamente contro i catari, aizzati da Federico II contro il Papa, e prese una forte posizione in difesa del pontefice nella lotta fra Guelfi e ghibellini. Fu mandata in esilio con la sua famiglia per ordine del podestà di Viterbo e si rifugiò prima a Soriano nel Cimino, poi a Vitorchiano. In un'occasione rimase miracolosamente incolume tra le fiamme. Predisse la morte dell'imperatore Federico II e quando questa avvenne, tornò a Viterbo. Il processo di canonizzazione iniziò l'anno stesso della morte e fu poi ripreso e portato a termine nel 1457, sotto papa Callisto III. A Viterbo, città di cui è patrona, le è dedicata una grande festa il 3 settembre di ogni anno che rievoca la traslazione del corpo di Santa Rosa avvenuta nel 1258; la sera del 3 Settembre viene trasportata in processione, sulle spalle di cento robusti portatori, denominati Facchini, la Macchina di Santa Rosa, un campanile illuminato rinnovato ogni 5 anni, con un'altezza di 28 metri e del peso di circa 50 quintali, sormontato dalla statua della santa. A Viterbo e nei dintorni si trovano numerose raffigurazioni di Santa Rosa, per lo più in abiti dell'ordine francescano e con una corona di rose sul capo. Il corpo, sepolto direttamente nella terra (senza bara), fu ritrovato integro nel 1258 e traslato, per disposizione di papa Alessandro IV, nella Chiesa di Santa Maria delle Rose in Viterbo, ove oggi sorge il Santuario della santa. Nel corso degli anni non vennero mai prese particolari precauzioni per la sua conservazione, anzi, durante il Rinascimento, era permesso ai fedeli toccare la santa attraverso una piccola apertura praticata sull'urna. Nel 1921 fu eseguita una prima ricognizione durante la quale venne estratto il cuore ancora integro che venne riposto in un reliquiario d'argento. Nel 1996 una nuova ricognizione ha permesso di effettuare una serie di indagini scientifiche, dalle quali è emerso che santa Rosa aveva un'età compresa tra i 18 e i 20 anni al momento del decesso. Inoltre era affetta da una rara patologia, la sindrome di Cantrell, caratterizzata da una mancanza congenita dello sterno, che normalmente porta a morte durante la primissima infanzia. Sul braccio sinistro è stata rilevata una cicatrice, compatibile con una ferita che le fonti storiche riferiscono Rosa abbia subìto durante l'assedio delle truppe di Federico II alla città di Viterbo. Santa Rosa inoltre doveva avere un'altezza di circa 1,55 m, occhi blu e capelli scuri. Questi dati e quelli tratti dalle radiografie del cranio, hanno permesso di effettuare una ricostruzione grafica del volto.

 



Stato: Italy

Anno: 2001

Dentelli: 13¼ × 14

Tiratura: 3.500.000

Stampa: Rotocalco

Bozzettista: Centro filatelico I.P.Z.S.